Piastrelle per la cucina

piastrelle-cucinaLe piastrelle per la cucina rappresentano una parte essenziale dell’arredamento di questo ambiente: a Torino, è possibile scegliere le migliori piastrelle per l’arredamento della cucina, tenendo sempre presente che un ambiente come la cucina deve essere, oltre che esteticamente gradevole, anche ‘protetto’ da schizzi e da altre situazioni che possono verificarsi in questo luogo della casa.

Ma come scegliere il giusto rivestimento di piastrelle per la cucina a Torino?

Secondo gli esperti, è bene ricordare che un punto importante per evitare errori è l’armonia: la scelta delle piastrelle deve fare riferimento alla necessità di arredare la cucina, e pertanto il rivestimento dovrà essere in stile con il pavimento, con l’arredamento della cucina e con le altre pareti.

Pertanto, sulla scelta dei colori è bene optare per delle tonalità chiare in caso di ambienti piccoli e poco luminosi: le piastrelle di colore chiaro aiuteranno ad illuminare l’ambiente, specie in caso di mobili scuri, oltre che in caso di ambiente piccolo. È invece possibile giocare con i contrasti in caso di mobili chiari: in questo caso, ma solo se l’ambiente è sufficientemente illuminato, si potrà optare per una parete più scura o giocare con le tinte.

La scelta delle piastrelle più adatte per la cucina a Torino

La scelta del rivestimento più adatto dipende anche da proprie esigenze di materiale: le piastrelle esistono di diversi materiali, come ad esempio quelle in monocottura porosa (verde, bianco, rosso, blu) che danno un tocco di luminosità all’ambiente e che sono parecchio gradevoli alla vista.

Ma poiché sul mercato è possibile trovare proposte di ogni tipologia e adatte ad ogni situazione, nella scelta è bene soprattutto farsi guidare anche (e forse dovremmo dire soprattutto) dal fatto che il piano cottura, il lavello ed il top sono il punto più ‘utilizzato’ e che quindi richiede un rivestimento facile da pulire. Questa zona della cucina è quella che più utilizziamo per ‘cucinare’, e pertanto è quella maggiormente sollecitata dallo sporco, dalle macchie, dal calore e dagli agenti chimici che generalmente usiamo per la pulizia di questo ambiente.

Il consiglio degli esperti è quello di optare per una gradevole via di mezzo, tenendo sempre presente che in ogni caso è bene utilizzare detergenti naturali per la pulizia, specialmente in caso di pietra: la zona della cucina può essere rivestita con piastrelle in monocottura, mentre i rivestimenti in bicottura sono più adatti alla parete in quanto più delicati (due tipi di cottura, una per il supporto e l’altra per lo smalto). Un’altra scelta intelligente può essere quella del gres porcellanato, resistente ed allo stesso tempo gradevole alla vista ed al tatto.

E che dire del mosaico? Anche questa può essere considerata una scelta interessante, anche se più costosa rispetto a quelle indicate in precedenza: il mosaico ha un impatto particolarmente gradevole perché consente di ottenere composizioni precise, colorate, giocando con forme, misure e colori.


Serve qualche informazione?
Chiama il 011-9348215 oppure scrivi a info@casadellapiastrella.it